Anche i ragni di mare popolano le nostre acque

I ragni di mare sono artropodi diffusi nelle acque del Mediterraneo, dei Caraibi, dell’Oceano Artico e dell’Oceano Antartico. Esistono oltre 1300 specie di ragni di mare la cui dimensione può variare da 1 mm a oltre 90 cm. La maggior parte di loro vive in acque relativamente poco profonde, ma gli esemplari più grandi riescono a popolare anche le zone antartiche. Sono privi di organi respiratori e digestivi ed i gas e le sostanze in sospensione vengono assorbiti e rilasciati per diffusione. I ragni di mare sono caratterizzati solitamente da 8 gambe molto lunghe ed un corpo piccolo. Una proboscide permette loro di succhiare le sostanze nutritive dal corpo molle di alcuni invertebrati. Essendo molto piccoli, i loro muscoli sono costituiti da una singola cella, circondata da un tessuto connettivo. La loro proboscide, posizionata anteriormente, ha una libertà di movimento limitata, mentre un paio di zampe, dette “ovigere”, permette agli esemplari maschi di trasportare le uova dopo l’accoppiamento. I ragni privi di queste zampe, invece, hanno una proboscide più sviluppata, mobile e flessibile e spesso sono dotati di numerose e forti setole che circondano la loro bocca. L’ultimo segmento dei ragni di mare comprende l’ano ed il tubercolo.