Armadilli, caratteristiche principali di questi animali

Armadilli

Armadilli, informazioni e caratteristiche principali di questi animali muniti di guscio.

Gli armadilli sono animali muniti di guscio e dalle dimensioni molto variabili.

– Diffusione

Gli armadilli sono originari del Nord e del Sud America. Solo una specie è presente negli Stati Uniti. In tutto, esistono circa 20 specie di armadillo.

– Descrizione

L’armadillo gigante può raggiungere il metro e mezzo di lunghezza, mentre l’armadillo fata rosa, la specie più piccola, è lungo solo 10 centimetri. In media, l’armadillo raggiunge i 36-75 cm di lunghezza ed i 4-30 kg di peso e può essere di colore rosa, grigio o nero. Questo animale ha un guscio esterno duro formato da lastre di osso coperte da piccole scaglie sovrapposte. Quando si ranicchia su sé stesso, può diventare a forma di palla e mettere al riparo tutte le parti molli del suo corpo. Le sue zampe sono dotate di lunghi artigli che utilizza per scavare tane e cacciare gli insetti presenti nel terreno. La maggior parte degli armadilli può raggiungere velocità piuttosto elevate (48 km orari) e seminare i predatori, come orsi, lupi, gatti selvatici e puma. La vista scarsa, però, li rende abbastanza vulnerabili. L’armadillo ha, inoltre, un’armatura aggiuntiva che copre la parte superiore della testa e della coda.

– Dieta

L’armadillo è generalmente insettivoro, ma a volte si nutre anche di vermi, ragni, serpenti e rane.

– Riproduzione

Le femmine di armadillo danno alla luce circa quattro piccoli dopo una gestazione di tre o quattro mesi. Dopo la nascita, i cuccioli rimangono nella tana per qualche mese nutrendosi solo col latte materno. Successivamente, iniziano ad uscire con la madre fino a lasciarsi dopo sei mesi/un anno. Alcune specie di armadillo sono note per riprodursi ogni anno. Una sola femmina, quindi, è in grado di partorire fino a 56 piccoli nel corso della sua vita.

Fonte: articolo