Aye aye, un curioso animale con un curioso dito

L’Aye aye è un primate del Madagascar che può raggiungere una lunghezza di 90 cm. Il suo pelo è solitamente lungo, folto, di colore nero o marrone scuro, con sfumature rossicce sul ventre ed un collare bianco-crema. Molti lo descrivono come un animale che ricorda: un pipistrello per le sue orecchie, una volpe per il suo viso, un gatto per i suoi occhi, una scimmia per il suo corpo, una strega per le sue mani ed uno scoiattolo per la sua coda ed i suoi denti!!! La sua faccia ha una forma triangolare ed è ricoperta da un pelo rado, mentre le sopracciglia ed il muso sono ricoperti da ciuffi. I suoi occhi sono piccoli, verdi e dalla pupilla verticale, mentre le sue orecchie sono nere ed hanno una forma ellittica. Questo animale, inoltre, possiede degli incisivi larghi e piatti, simili a quelli dei roditori, delle dita lunghe, ricurve e dotate di forti unghie. Il suo terzo dito si differenzia dagli altri in quanto assomiglia ad un piccolo bastoncino grazie al quale aye aye riesce a procurarsi il cibo (vermi, larve, pupe d’insetti e materiale vegetale). Dando dei piccoli colpetti sulla corteccia degli alberi, infatti, a seconda del suono emesso, questo animale riesce a capire se vi sono all’interno delle larve. Verificata la presenza di una preda, aye aye pratica un’incisione sul legno con i suoi denti ed utilizza il suo terzo dito come amo per recuperare l’insetto. Questo dito viene utilizzato anche per estrarre il midollo dalle canne di bambù e di zucchero, per scavare la polpa dei frutti e per bere il contenuto delle uova e delle noci di cocco. Dopo aver consumato, ha l’abitudine di seppellire i resti del suo pasto. La sua vita si svolge principalmente di notte, durante la quale si sposta saltando da un ramo all’altro.