Cammello e dromedario, differenze e caratteristiche principali

Cammello-e-dromedario

Cammello e dromedario, differenze e caratteristiche principali di questi particolari animali.

Il cammello ed il dromedario sono due animali simili, ma alcune importanti caratteristiche li rendono facilmente distinguibili.
Il cammello è un grande mammifero dotato di gobbe. Esso si distingue principalmente in due specie: cammello della Battriana e dromedario. Il cammello della Battriana vive nei deserti dell’Asia centrale, mentre il dromedario è di origine araba ed è diffuso nel Medio Oriente, in India e nell’Africa del Nord.

– Descrizione

Mentre il cammello presenta due gobbe, il dromedario ne ha solo una. Il cammello della Battriana, abituato a vivere in regioni con inverni molto freddi, ha un cappotto più scuro e lungo e gambe più corte. Solitamente, non supera i 7 metri di altezza. Il dromedario, invece, risulta più alto e più snello. I cammelli possono raggiungere i 3-4 metri di lunghezza, i 2-3 metri di altezza (da terra fino alla punta della gobba) ed i 400–500 kg di peso. Il cammello presenta alle ginocchia e sul petto un rinforzo che gli permette di sostenere il corpo quando si inginocchia. Le sue zampe poggiano a terra solo con la parte anteriore, gli arti ed il collo hanno una forma allungata, le labbra sono sporgenti e le orecchie sono piccole.

– Comportamento

Il cammello è un animale molto flemmatico ed è noto per la sua stupidità ed ostinazione. Durante la stagione degli amori, i maschi sono litigiosi e mordono selvaggiamente quando combattono. I gruppi di cammelli selvatici presenti nel deserto del Gobi sono costituiti da uno o due maschi e 3-5 femmine. Essi dormono in spazi aperti durante la notte e pascolano durante il giorno. In primavera, migrano verso la parte settentrionale della catena, mentre in autunno si spostano nuovamente a sud.

– Riproduzione

La gestazione di un dromedario dura quasi un anno, mentre quella del cammello della Battriana dura tra i 370 ed i 440 giorni. In entrambe le specie, nasce un solo piccolo che viene allattato per tre o quattro mesi. L’intervallo tra una nascita e l’altra è di due anni. I cammelli raggiungono la maturità ​​a 16-17 anni e la loro durata di vita media è di circa 25 anni.

– Curiosità

Contrariamente a quanto tutti pensano, le gobbe dei cammelli non sono riserve d’acqua, ma dei serbatoi di emergenza in cui conservano il grasso per trarne energia nel momento del bisogno. Poiché hanno la necessita di liberarsi continuamente del calore accumulato, essi hanno sviluppato la capacità di immagazzinare il grasso in eccesso solo all’interno delle gobbe, a differenza degli altri mammiferi che lo distribuiscono in modo omogeneo in tutto il corpo.

Fonte: articolo