Dopo 83 anni riappare il fringuello di montagna Sillem

Nel 1929 un naturalista di nome Jérôme Alexander Sillem raccolse due esemplari di fringuello di montagnauccelli sconosciuti su un altopiano in Xinjiang, Cina. I campioni, trasferiti al Museo Zoologico di Amsterdam, furono successivamente chiamati “fringuelli di montagna Sillem”. Da allora, nessuno più è riuscito ad avvistare questa nuova specie. Recentemente, però, durante un viaggio nella Valle Yeniugou ,sull’altopiano tibetano, il fotografo Yann Muzika ha scattato, inconsapevolmente, una foto a questo rarissimo fringuello. Per ora non si sa nulla di questa specie, tranne che si trova solitamente in alta quota. Entrambi gli avvistamenti sono stati fatti a oltre 5.000 metri di altezza e probabilmente è per questo motivo che risulta così difficile incontrarli. Muzika ha ora programmato una serie di viaggi da effettuare nel 2013 per riuscire a raccogliere un campione di DNA di questo uccello.

Senza ulteriori studi, è impossibile sapere quanti esemplari vanta ancora questa specie. I vari osservatori di uccelli ora viaggiano verso i territori sopraindicati con particolare attenzione, visto che anche un semplice ulteriore avvistamento potrebbe risultare prezioso. Anche se l’alta quota può aiutare questo uccello a non avere contatti con gli esseri umani, il fatto che gli avvistamenti siano così rari fa comunque pensare che questa specie potrebbe essere in pericolo.