Il puma, un grosso gatto misterioso e solitario

Il puma

Il puma, anche chiamato coguaro o leone di montagna, è un grosso gatto misterioso e solitario.

Diffuso prevalentemente nelle zone comprese tra il Canada meridionale e l’estremità del Sud America, questo felino è molto adattabile, può vivere tra le montagne, nelle foreste, nei pascoli e nelle aree desertiche, e vanta 7 sottospecie che differiscono leggermente tra loro per il colore e, a volte, per le dimensioni.
Poiché la maggior parte dei puma vive nelle regioni montuose, essi hanno una pelliccia molto folta che li protegge dal freddo. Il colore del loro mantello varia dal marrone-giallo al grigio-rosso. Inoltre, hanno zampe molto grandi e gambe posteriori più lunghe e muscolose di quelle anteriori che permettono loro di effettuare agilmente grandi salti. Grazie ai loro grossi occhi sbarrati, riescono a vedere molto bene, anche a distanza, tutto ciò che li circonda e le orecchie appuntite sono dotate di un udito molto sviluppato che consente loro di individuare le prede anche al buio. Queste caratteristiche li rendono degli ottimi predatori, in quanto molto attenti, forti, agili e veloci.
Il Puma è un animale solitario e vive in compagnia solo quando deve allevare i cuccioli. Per trovare cibo, percorre molti km sia di giorno che di notte. Le grosse zampe gli permettono di muoversi agilmente anche tra le rocce. Questo tipo di felino non ruggisce, ma emette diversi tipi di suoni, soprattutto quando si avvicina un altro puma o durante la stagione degli amori.
La stagione riproduttiva tende a verificarsi tra dicembre e marzo, la gestazione dura tre mesi e le cucciolate sono composte da non più di 6 piccoli. Questi ultimi alla nascita sono ciechi e dipendenti dalla madre. I maschi si accoppiano con femmine diverse durante tutto il periodo riproduttivo.
Il puma è un carnivoro che spesso si nutre di piccoli animali, come topi, ratti, uccelli, pesci e conigli. Non di rado, però, caccia anche pecore, procioni, capre e bestiame.

Fonte: articolo