Koshik un elefante che imita il linguaggio dell’uomo

In uno zoo della Corea del Sud, un elefante si è dimostrato in grado di imitare il linguaggio umano. Degli scienziati hanno confermato ciò che i dipendenti dello zoo affermavano da anni: il loro elefante Koshik ha un talento insolito e senza precedenti. Questo bellissimo animale, che vanta un peso di 5,5 tonnellate e 22 anni di età, può riprodurre cinque parole coreane infilando la proboscide in bocca in modo da modulare il suono. Koshik è in grado di riprodurre le seguenti parole: “annyeong” (ciao), “anja” (sedere), “aniya” (no), “nuwo” (giacere) e “joa” (buono). Uno dei ricercatori ha detto che non c’è alcuna prova conclusiva che possa dimostrare che questo elefante comprenda i suoni che emette, anche se risponde a parole come “anja” (sedere). Anche se già altri animali si sono dimostrati capaci di riprodurre le parole dell’uomo, come i tordi, i pappagalli e i mynahs, Koshik utilizza un metodo del tutto nuovo per riprodurre il linguaggio umano, visto che utilizza la proboscide.

Gli esperti suppongono che potrebbe aver iniziato ad imitare il linguaggio umano per solitudine.  L’addestratore di questo elefante, Kim Jong-gab, afferma che inizialmente Koshik era molto timido e che per questo alcuni formatori hanno dormito con lui. Secondo Kim, questo potrebbe averlo aiutato ad instaurare un rapporto con gli uomini. L’addestratore ora è intenzionato ad insegnargli una nuova parola: “saranghae”, che significa “ti amo”.