Le orche, grandi mammiferi estremamente intelligenti

Le orche

Le orche sono grandi mammiferi marini estremamente intelligenti. Appartenenti alla famiglia degli Odontoceti (cetacei dentati) e considerate come la specie più grande tra i delfini, esse hanno l’abitudine di attaccare solo gli squali, le balene e gli altri grandi mammiferi marini. Non avendo predatori da cui difendersi, possono nuotare negli oceani liberamente ed in tutta tranquillità. Esse, infatti, sono alla cima della catena alimentare. Essendo molto intelligenti, stabiliscono tra di loro delle strutture sociali molto organizzate, complesse e stabili, composte da grossi gruppi di famiglie. L’esemplare di orca più grande registrato era lungo 32 m e pesante 10 tonnellate. Il loro corpo nero presenta delle zone bianche ai lati e vicino agli occhi. La loro pinna dorsale può essere sia appuntita e triangolare che di forma arrotondata. Hanno una testa leggermente ovale, un muso corto e tondeggiante, una mandibola molto forte ed un solo sfiatatoio. Si nutrono solitamente di pesci, calamari, polpi, leoni marini, foche, uccelli marini, pinguini, balene, delfini ed anche di squali. Per la ricerca del cibo sott’acqua o durante la notte, utilizzano l’ecolocalizzazione, un sistema che permette loro di orientarsi grazie ai suoni. Le orche hanno l’abitudine di migrare e raggiungere qualsiasi zona in cui è possibile trovare facilmente nutrimento. Tra di loro comunicano tramite suoni o particolari movimenti. La gravidanza di un’orca dura solitamente tra i 15 ed i 18 mesi ed il cucciolo si alimenta esclusivamente con il latte materno. La riproduzione avviene ogni 3-5 anni e quasi sempre prevede la nascita di un solo piccolo.

Fonte: articolo