Pantera, animale ricco di fascino

Pantera animale

Pantera, animale ricco di fascino, ma difficile da osservare.

La pantera è un animale molto bello e ricco di fascino, ma la sua natura cauta e tranquilla, lo rende difficile da osservare.
Comunemente noto come “pantera nera”, questo felino è originario dell’Asia, dell’Africa e delle Americhe. Molto potente e sfuggente, si è adattato bene ad una varietà di habitat ed è conosciuto per le sue abilità di arrampicatore.
Il termine pantera viene utilizzato anche per indicare i puma, i leopardi ed i giaguari.

– Descrizione

La pantera ha solitamente un mantello lucido marrone scuro-nero. Solo la pantera della Florida tende ad avere un aspetto maculato. La pantera ha, inoltre, una testa piccola, mascelle forti, occhi verde smeraldo e zampe posteriori più lunghe di quelle anteriori. A differenza degli altri felini, è in grado di ruggire.

– Distribuzione e habitat

La pantera è presente  in tre continenti del mondo ed è ormai diventato un animale incredibilmente adattabile. Per tale motivo, è possibile trovarla in numerosi tipi di habitat, come acquitrini, paludi, praterie, deserti e montagne, ma è più comunemente diffusa nelle foreste tropicali e latifoglie.

– Comportamento e stile di vita

La pantera è un animale incredibilmente intelligente ed agile. Essendo molto tranquilla e cauta, è raro vederla in natura. Inoltre, la sua pelliccia scura le permette di mimetizzarsi facilmente. Molto solitaria, la pantera vive di notte, mentre di giorno trascorre le sue ore riposando sugli alberi. La pantera è anche molto vigile, incredibilmente potente, senza paura e territoriale.

– Riproduzione

La femmina di solito partorisce 2-4 cuccioli dopo un periodo di gestazione di circa 3 mesi. I piccoli nascono ciechi ed aprono gli occhi solo dopo quasi due settimane. Particolarmente vulnerabili, solo a circa 2 mesi accompagnano la madre durante la caccia e, solitamente verso i 2 anni, diventano indipendenti.

– Dieta

La pantera è un animale carnivoro ed è uno dei predatori più temuti e potenti del suo habitat. La sua dieta dipende dall’ambiente in cui vive. Solitamente, si nutre di erbivori medio-grandi, come cervi, facoceri, cinghiali, tapiri ed antilopi, ma si accontenta anche di uccelli e conigli.

Fonte: articolo